Un uomo di 51 anni, Massimo De Santis, e una ragazza di 16 anni sono stati uccisi con alcune coltellate la scorsa notte a Torremaggiore, nel Foggiano.

L’assassino è il padre della ragazza. Si tratta di un 45enne albanese, panettiere, già fermato dai carabinieri. E’ rimasta ferita anche la moglie del presunto assassino, che ora è ricoverata nell’ospedale di Foggia.

La ragazza è stata accoltellata dopo essere intervenuta per difendere la madre dall’aggressione del padre, che voleva ucciderla.

È morta così la 16enne uccisa nel Foggiano dal suo papà. Dai primi accertamenti il movente del delitto sarebbe riconducibile a una presunta relazione tra  il 51enne ucciso, Massimo De Santis, e la moglie dell’uomo. Secondo la ricostruzione, il delitto è avvenuto verso le due del mattino e a quanto si apprende l’uomo è stato accoltellato sulle scale dello stabile in cui si trovava. Il presunto assassino sarebbe poi entrato in casa con l’intento di uccidere la moglie ma la ragazza è intervenuta per difendere sua madre ed è stata uccisa. La donna è riuscita a scappare e a chiamare i carabinieri. Quando i militari sono arrivati sul posto hanno bloccato il 45enne che – secondo gli investigatori – vagava nella zona alla ricerca dell’altro figlio di cinque. L’arma del delitto, un coltello da cucina, è stato recuperato.

Autore

Di Redazione

La redazione di CapitanataToday.it è formata da giornalisti ed esperti di comunicazione. Il portale è parte integrante del gruppo AssoCareInformazione.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *